Dear Class of 2020

Dear Class of 2020

Lo scorso 6 giugno, l’America ha proclamato la fine dell’ultimo anno accademico con un nuovo e più unico che raro evento online: “Dear Class of 2020”

Il Coronavirus ha causato l’impossibilità dello svolgimento di numerosi eventi, tra questi i festeggiamenti per il termine del percorso scolastico per quanto riguarda gli studenti più grandi. Solitamente la tradizione prevede che personaggi pubblici si rivolgano ai futuri studenti dei tanto ambiti college facendo loro discorsi motivazionali.

Per questo motivo l’ex First Lady Michelle Obama, assieme al marito ha pensato ad un comunicato all’ America invitando molti big della musica a partecipare a questo evento virtuale, in modo che potessero esibirsi ai giovani e spronarli verso il futuro.

Tra i partecipanti più famosi troviamo Lady Gaga, i BTS e gli U2, che per l’occasione hanno rilanciato una nuova versione di “Beautiful Day”.

La nuova cover del brano, originariamente contenuto nell’album del 2000 “All That You Can’t Leave Behind”, è stata infatti riarrangiata da Finneas, fratello della ormai famosissima Billie Eilish, anch’essa ospite dell’evento in streaming. Il ragazzo collabora spesso con la sorella, e in questo remake ha coinvolto artisti come Camila Cabello, Khalid, Chris Martin dei Coldplay e numerosi altri vips.

Ovviamente protagonista anche Bono Vox, frontman degli U2, che ha giustificato la scelta di “Beautiful Day” come un collegamento ai fatti che stanno accadendo proprio in questi ultimi giorni in America.

Lui stesso, essendo irlandese, ha sempre visto l’America come un sogno. Questo sogno però si sta rivelando più simile a un incubo, perciò ha scelto questa canzone. Dal momento che quando è stato registrato il pezzo la giornata era molto brutta, ha pensato fosse adatto come similitudine del periodo che stiamo vivendo.

Introducendo Chris Martin, Bono ha dato inizio allo show trasmesso su Youtube e subito seguito da milioni di giovani in tutto il mondo.

A seguito di “Dear Class of 2020”, in molti Stati sono state celebrate le tipiche feste post diploma, immortalate tramite foto di rito con tanto di toga da diplomandi. Il tutto si è svolto in maniera un po’ anomala a causa del distanziamento sociale, ma grazie a questo evento migliaia di ragazzi non hanno dovuto rinunciare ai meritati festeggiamenti.

Chiara

Chiara, nata a Verona nell'inverno del '91, si appassiona di musica sin da piccola e alle medie inizia a suonare il violino, passando poi alla chitarra che ormai suona da più di dieci anni. Passa il suo tempo tra i libri, la scrittura e il cinema che è diventato il suo lavoro! E' una Twitter dipendente, infatti cerca di sfruttarlo per rimanere aggiornata su fatti di attualità, cultura e mondo dello spettacolo.