Daniele Baldelli

Daniele Baldelli ospite a Radio Music Free

Ospite telefonico dell’ottava puntata di My Generation è Daniele Baldelli.

Se solamente il nome non bastasse a descriverlo, vi aiutiamo a capire di chi stiamo parlando: considerato il precursore dei dj italiani, ha venduto 70 mila dischi in totale e suonato nelle più famose discoteche d’Italia.

Nel corso della nostra chiacchierata festeggiamo con lui i suoi 50 anni di carriera.

Partito dal liceo con la passione per la musica, e dopo aver abbandonato l’università, non avrebbe mai immaginato di arrivare ad avere un così proficuo successo nell’ambito musicale.

Per l’occasione, Daniele ha mandato personalmente a noi di Radio Music Free alcune delle sue nuove produzioni che hanno fatto da sfondo alla nostra conversazione.

Nel corso della puntata tocchiamo i punti più salienti della sua carriera.

Questa inizia al Tana Club di Cattolica, che frequenta sin da giovanissimo.

Dopo che il titolare gli propone di suonare per il locale capisce che “mettere dischi” gli piace.

Qualche anno dopo, al Tabù Club, Daniele è tra i primi in Italia ad iniziare a mixare i dischi per passare da una canzone all’altra. Questo lo fa essere un vero e proprio pioniere, dato che nessuno proponeva questa tecnica in quegli anni.

Daniele Baldelli ci racconta che all’epoca nelle discoteche il Dj non aveva la possibilità di scegliere le canzoni che avrebbero animato la serata, ma che queste erano scelte dal proprietario del locale. Oggi invece, sono i Dj stessi a scegliere la scaletta.

Altra differenza che ci fa notare, è che in quegli anni quasi nessuna discoteca chiudeva alla mattina. Solitamente tutte si fermavano alle tre di notte.

Tutte tranne la Baia degli Angeli. Proprio quest’ultima fa scoppiare la nuova moda delle discoteche che chiudono molto tardi, come succede ancora oggi.

Baia degli Angeli che poi lo ospiterà come Resident Dj dal 1977 al 1978.

Per l’epoca questa è una discoteca molto innovativa: diversa dalle altre, con scenari insoliti (addirittura la consolle in un ascensore) e illuminazione molto originale.

Dato che è stato tra i principali Dj della Riviera Romagnola, parliamo per un po’ anche di questa località.

Ci racconta è stata la prima zona italiana a lanciare la moda delle discoteche: durante l’estate si riempiva per ospitare migliaia di turisti facendo da traino per la moda dei night club.

Oggi Daniele la vede in crisi. Crisi che comunque sta riguardando  tutti i night club dal Nord al Sud Italia, facendoli chiudere  perché ormai passati di tendenza.

Nel 1978 termina la sua esperienza alla Baia degli Angeli, e nel 1979 inizia la sua avventura al Cosmic, nuovo locale aperto sul Lago di Garda, pioniere del famigerato Cosmic Sound.

Passando agli anni ’90, troviamo Daniele alla discoteca Fura, che lo vede resident Dj dal 1996 al 1999, tutti i Venerdì. Al contrario della moda di quell’epoca che voleva musica house e techno, suona musica funky e jazz, con musicisti dal vivo, cantanti e ballerine che contribuiscono a creare serate di grande qualità.

Negli anni duemila viene conosciuto (meritatamente) anche all’estero, dove viaggia per portare fuori dai confini italiani la sua musica, fino ad arrivare addirittura in Australia.

Dopo aver ripercorso la sua carriera nel corso della nostra puntata, Daniele ci ricorda che sarà presente alla serata “Remember Baia degli Angeli” il 16 Giugno, alla discoteca Baia Imperiale: un grande evento a cui non mancare, per tutti i fan del club che ha cambiato le notti delle discoteche italiane.

Ringraziamo Daniele Baldelli per la sua disponibilità e  vi aspettiamo numerosi all’ascolto della prossima puntata di My Generation, ogni Lunedì alle ore 21.00!

Giada Crivellaro

Giada Crivellaro nasce a Noventa Vicentina il 23 Novembre 1998. Appassionata di comunicazione e scrittura decide di approfondire questi due ambiti studiando Scienze della Comunicazione all’Università di Padova. Attualmente al secondo anno, si diverte a scrivere articoli riguardanti musica italiana e non per blog studenteschi e Radio Music Free.